09 aprile 2010

CivisCamp: prove di cultura digitale applicata alla PA








Domani 10 aprile 2010 sarò a Faenza per partecipare al CivisCamp organizzato da Alessandro Morloi.

Parto da Verona con il desiderio di provare ad immaginare un rapporto nuovo tra lo Stato e i suoi cittadini attraverso pesanti iniezioni di tecnologie informatiche, ma soprattutto di cultura digitale (cittadinanza digitale, trasparenza della macchina amministrativa, strumenti di partecipazione alle scelte). Parteciperò come "cittadino attivo", interessato a come le amministrazioni pubbliche si rapportano con le mie aspettative e le mie esigenze. Ma partecipo anche come ingegnere, interessato ad approfondire tecnologie e progetti in corso.

Gli argomenti dei camp probabilmente disegneranno scenari che, osservati dalla nostra Italia, potranno sembrare fantascienza (e qui sono il "cittadinio"), utopia, mondo perfetto ma irrealizzabile.

Un mondo che oltreoceano sta invece, proprio in queste ore, camminando a passo spedito, supportata da una amministrazione Obama dirompente nel proporre e sostenere continue accelerazioni (l'ultima proprio ieri con il progetto OpenGovernment, e qui parlo da ingegnere considerato il pacchetto tecnologico messo in campo per esempio da iniziative come http://data.gov).

Ma attenzione: l'appuntamento di domani è solamente un assaggio! L'appuntamento è a Roma il 19 maggio 2010 al ForumPA per la seconda edizione del barcamp organizzato dal Gigi Cogo: InnovatoriPA 2010.

PS: potrete seguire la giornata del CivicCamp anche sul mio profilo FriendFeed.

2 commenti:

Gigi Cogo ha detto...

Grazie per l'opera di diffusione!

Gigi Cogo ha detto...

Grazie dell'opera di diffusione Carlo